Brave e BAT — Il futuro dell’economia basata sui token

A causa della continua crescita di Brave e della recente Roadmap 2.0, penso che questo sia il momento più opportuno per riassumere l’intero progetto Brave / BAT e su che cosa si basa.

L’obiettivo di questa serie di articoli è spiegare l’ecosistema BAT in modo semplice e comprensibile.

La serie si dividerà in 5 parti:

Parte 1 — Brave come accesso al mondo BAT

Parte 2 — BAT nella finanza decentralizzata

Parte 3 — Comprendere l’economia della pubblicità

Parte 4 — Cosa sta facendo Brave dal punto di vista aziendale

Parte 5 — Conclusione su Brave ed il ruolo di BAT nella futura economia basata sui token

Parte 1 — Brave come accesso al mondo BAT

In questa prima parte voglio concentrarmi sul browser Brave.

Sono entrato nel mondo crypto ormai da qualche anno, ho potuto osservare in prima persona molti degli avvenimenti chiave successi nel corso di questi anni, perciò posso fornire un resoconto delle cose che sono cambiate, che non sono cambiate o che cambieranno.

A mio parere il mercato crypto è ancora in gran parte nascente. La quantità di denaro sul mercato è aumentata, ma la maggiorparte di esso è affluito per motivazioni prettamente speculative.

Dal punto di vista dell’utente e della tecnologia, stiamo iniziando a vedere che i semi piantati qualche anno fa finalmente iniziano a germogliare.

Immagine di presentazione — Brave

Giusto per fare un semplice esempio: Coinbase, uno degli exchange più grandi, ha appena rilasciato alcune informazioni affermando che sono registrati alla piattaforma circa 43 milioni di utenti. Di questi solo 2,8 milioni effettuano transazioni mensilmente. Per approfondire questo aspetto, possiamo vedere che attualmente ci sono solo 140 milioni di wallet Ethereum con una media di circa 1,2 milioni di transazioni al giorno.

Contestualizzando queste informazioni possiamo capire come il mercato crypto stia crescendo, ma nonostante ciò è ancora lontano dalla tanto nominata e desiderata “mass adoption” a fini non speculativi.

Dopo la breve introduzione, torniamo dunque su Brave.

Sussiste una netta differenza tra un possessore di una crypto ed un utente crypto. Se guardiamo indietro a quei 43 milioni di utenti registrati su Coinbase e 1,2 milioni di transazioni sulla blockchain Ethereum, si può intuire che esiste una quantità sostanziale di persone che possiedono criptovalute ma non le hanno mai utilizzate per qualcosa che vada oltre al trading speculativo.

Se si possiede un minimo di familiarità con le criptovalute, si è consapevoli che esiste una barriera all’ingresso per quanto concerne l’utilizzo reale dei vari token.

Vi propongo un esempio semplice ma molto spietato:

https://etherscan.io/token/0x0d8775f648430679a709e98d2b0cb6250d2887ef?a=0x0d8775f648430679a709e98d2b0cb6250d2887ef

Questi sono token BAT (valgono soldi veri), molti di essi sono stati persi definitivamente a causa di errori degli utenti nel trasferimento e uso dei wallet. Alcuni errori sono costati anche oltre 70.000$ al prezzo attuale.

L’uso quotidiano di criptovalute comporta rischi molto, molto reali come hack, perdita/furto della chiave privata del portafoglio, invio ad un indirizzo sbagliato, tentativi di phishing, necessità di avere numerosi portafogli, il doversi districare fra applicazioni, siti Web…

Tutto ciò generalmente richiede come primo passaggio che un utente metta i propri soldi per comprare una determinata cryptovaluta e poi allora potrà iniziare ad utilizzarla. Da questo esatto punto parte la mia analisi su Brave.

Senza alcun costo per te o per chiunque tu conosca, puoi iniziare a guadagnare criptovalute istantaneamente semplicemente utilizzando il browser Brave e attivando il sistema di ricompense “Brave Rewards”. Proprio ora, in questo preciso momento, Brave porta una reale utilità per guadagnare, puoi ricompensare i creators donando BAT senza alcuna difficoltà su Youtube, Twitch, Reddit, Twitter, siti web, GitHub o Vimeo. I creators attualmente regolarmente registrati sono più di 1 milione. Per ulreriori informazioni, potete approfondire a questo link: https://publishers.basicattentiontoken.org/publishers/home?locale=en

Chiunque può iniziare ad accettare le donazioni di BAT in pochi minuti. Sono presenti altre criptovalute che si vantano del fatto che le loro funzioni di donazione siano veloci ed economiche, ma c’è un grosso problema alla base: sono tutte molto difficili da utilizzare ed hanno un costo per il mittente che decide di inviare una donazione. Spesso il processo di onboarding non è semplice e le reti tendono ad essere piuttosto sterili, ad eccezione di alcuni fan accaniti.

Un’altra utilità di BAT sul versante dei pagamenti si sviluppa all’interno di Brave e sembra essere vicina al lancio attraverso il sistema BAT SKU. Questo sistema consentirebbe ai webmaster di accettare pagamenti in BAT tramite un pulsante “paga con BAT”. Attraverso questa integrazione potremmo vedere emergere una forma di utilizzo delle criptovalute talmente facile da usare che anche un bambino saprebbe farlo. Tutto ciò potrebbe potenzialmente diventare uno standard del web.

Il browser Brave si distingue perché ha un’ottima interfaccia utente (UI) e anche l’esperienza utente è piuttosto eccezionale (UX). Sul versante aziendale, Brave è un’azienda affidabile e dal nuovo report, attualmente ha 25,4 milioni di utenti attivi mensilmente e presumo che la maggior parte di essi sia soddisfatta ed ami il prodotto.

25 milioni MAU per il browser Brave

Brave mette i suoi utenti al primo posto e questa strategia può dare i suoi frutti per decadi. L’obiettivo di Brave è portare 1 miliardo di utenti nella futura economia tokenizzata, il team è impegnato a costruire gli strumenti e le fondamenta necessari per rendere l’obiettivo realtà.

Gli utenti saranno in grado di guadagnare / acquistare criptovalute facilmente e potranno anche utilizzarle molto facilmente. Probabilmente non sarà più necessario passare attraverso exchange, estensioni, siti Web e altri token perché la maggior parte di questo sarà disponibile all’interno di Brave. Con solo un paio di minuti per la configurazione, chiunque può entrare nel mondo delle crypto in modo sicuro e senza stress, proprio per questo penso che il browser Brave possa eccellere nel diventare un punto di riferimento per questo settore e per il Web in generale.

Nella parte 2 esaminerò BAT come l’estensione tramite la quale un utente può accedere al mondo della finanza decentralizzata (De-Fi), dunque rimanete sintonizzati!

--

--

http://linkedin.com/in/andrea-macrì

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store